La lentezza che conquista

Per la sua conformazione, Masseria dei Monaci è meta ideale per il “turista slow” Otranto, il viaggiatore che predilige i luoghi tranquilli, lontani dal caos.

Autenticità, comfort e lusso in un ambiente familiare, discreto e appartato: in altre parole Masseria dei Monaci, splendida realtà ricettiva che sorge alle porte di Otranto.

Al riparo dalla folla dei turisti che, in particolar modo durante la stagione estiva, accendono la movida nella “città dei Martiri”, la struttura è un buen retiro per gli amanti della tranquillità, della pace e del silenzio.

Ecco, provate ad immaginare Otranto da un altro punto di vista, ad entrare nel suo tessuto bucolico, fatto di spazi, bellezza e natura. Provate ad immaginare il fascino di una struttura in cui prevalgono i colori tenui del relax, punteggiati dal verde del parco che lo circonda e dal rosso di buganvillee rigogliose. Provate ad immaginare l’incanto di una straordinaria vista panoramica. Anzi, non provate. Vivetele tutte le emozioni, passando per questa piccola oasi in cui il ritmo delle giornate è scandito dalla semplicità e dalla tranquillità. Masseria dei Monaci è espressione di un certo tipo di Salento, il più autentico, quello al riparo dal chiasso e dalla mondanità. 

La struttura sorge al posto di quello che, un tempo, era l’antico dormitorio dell’Abbazia di San Nicola di Casole e che oggi, al termine di accurati lavori di recupero e restauro, è diventata una splendida chicca dell’accoglienza immersa nel verde, dotata di piscina (anzi, due, perché quest’anno Germana e suo marito hanno deciso di raddoppiare i servizi mettendo a disposizione degli ospiti una seconda vasca) e strutturata in soluzioni abitative confortevoli, eleganti e perfette per ritagliarsi del tempo da trascorre lontano dallo stress in una location intima e accogliente, abbandonandosi ad un ritmo più lento e consapevole.

Per molti, il vero viaggio è un’esperienza totalizzante, trasformativa, di quelle che, se ben fatte, enfatizzano processi di profonda introspezione. Ovviamente senza nulla togliere alla leggerezza e al divertimento. In questo spicchio di Otranto la regola è una sola: vivere con consapevolezza dal primo all’ultimo istante del soggiorno. Un po’ la regola non scritta che, per Germana Rosati, infaticabile e sempre sorridente padrona di casa, è il consiglio da seguire per godere appieno delle meraviglie di questo posto.

<<Immagina di aprire le finestre, al mattino, e di osservare il sole, il mare (perché ricordiamo che siamo in presenza dell’unica masseria fronte mare in Italia) e la natura che circonda la struttura. La colazione e poi una sosta in spiaggia, sulla scogliera, o una gita alla scoperta delle bellezze della nostra terra, oppure una lettura all’ombra degli ulivi, o una sosta in piscina, accolti dal solarium. Oltre ad essere un nido che dà ospitalità, Masseria dei Monaci è anche geograficamente vicina a tanti luoghi di interesse. La nostra filosofia sposa in pieno l’idea della “vacanza lenta”, quella scandita dal ritmo della natura, fatta di piccole attenzioni e gesti autentici>>.

Un’esplosione di salentinità che tanto piace ai turisti, in particolar modo quelli stranieri che finalmente, dopo la paralisi pandemica degli ultimi anni, hanno ripreso a muoversi e, quello che più conta, a scegliere la Puglia.

Per la sua conformazione, e per la sua dislocazione, Masseria dei Monaci è meta ideale per il cosiddetto “turista slow”, il viaggiatore che predilige i luoghi tranquilli, che si addentra nella cultura locale dei posti che visita, che si interessa delle tradizioni e del patrimonio di una terra, vivendola con totale rispetto.

<<Ultimamente si parla tantissimo di turismo sostenibile – prosegue Germana -, di rispetto dell’ambiente e della comunità ospitante. Ecco, noi siamo sul pezzo da tempo, sin dagli esordi. Il nostro approccio nel fare accoglienza è sempre stato lontano dal cosiddetto overtourism>>.

Effettivamente, l’intreccio quasi viscerale con la sua terra Germana lo rimarca spesso e lo dimostra con i fatti: dalla filiera corta dei prodotti utilizzati in cucina (dove il re dei fornelli è suo marito) alla scelta dei collaboratori, che sono tutti del posto, dalle maestranze interpellate per eseguire tutti i lavori (da quelli più importanti a quelli meno impegnativi), al materiale utilizzato per gli arredi. Tutto di provenienza locale.

Se dovessimo coniare uno slogan per descrivere Masseria dei Monaci, potrebbe essere: “naturalmente meravigliosa”. Le parole sono certamente importanti, ma è con i fatti che questo eden ha conquistato, e continua a conquistare, un pubblico sempre più numeroso. 

Provate ad immaginare la vostra vacanza qui. Anzi, organizzatela. 

Nulla è più confortante di una promessa mantenuta.

Salento Review – Anno X – n. 1 – pag. 12 – 14

Prenota ora il tuo soggiorno
Masseria dei Monaci
Masseria dei Monaci
Masseria dei Monaci
Masseria dei Monaci

https://youtu.be/5Khv1jsGSEM

www.masseriadeimonaci.com

info@masseriadeimonaci.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *